News

Diventa Imprenditore > Tutte le notizie > News > Selfiemployment, ecco le nuove opportunità: saranno finanziate anche le start-up di donne e disoccupati di lunga durata

Selfiemployment, ecco le nuove opportunità: saranno finanziate anche le start-up di donne e disoccupati di lunga durata

Di: Diventa Imprenditore 24 Febbraio, 2021
  • #News

Roma, 23 febbraio 2021 – SELFIEmployment non solo raddoppia, ma triplica: da ieri 22 febbraio le opportunità di SELFIEmployment, che negli ultimi quattro anni ha finanziato la nascita di 1.523 nuove imprese di ex Neet (Not in Education, Employment or Training), si aprono a due nuove categorie di potenziali imprenditori: le donne inattive e i disoccupati di lunga durata, senza alcun limite di età. Il progetto si amplia e comunque rimane a supporto dei Neet iscritti al programma Garanzia Giovani. Un segnale importante per rispondere in modo concreto all’emergenza lavoro innescata dalla crisi creata dal Covid-19.

Per chiunque sia interessato, Invitalia ha creato una nuova pagina per ricevere tutte le informazioni utili sul nuovo SELFIEmployment. E per chi è pronto ad avanzare la propria candidatura, è già possibile presentare (esclusivamente online) la domanda di partecipazione al programma collegandosi alla piattaforma informatica di Invitalia.

Oltre alle due nuove categorie di aspiranti imprenditori, la nuova edizione di SELFIEmployment ha introdotto soluzioni finanziarie e operative più vantaggiose rispetto al passato. Si tratta degli elementi seguenti, che hanno raccolto i suggerimenti inviati in questi anni di attività da startupper e soggetti attuatori:

documentazione più agile e snella per la presentazione della domanda; allungamento del periodo richiesto (da 60 a 90 giorni) per la costituzione della nuova società/ditta individuale; allungamento del periodo (da 6 a 12 mesi) per l’inizio della restituzione del finanziamento Microcredito e Microcredito esteso; per i Piccoli Prestiti, il 1° SAL (fatture non quietanzate) passa da un massimo del 50% al 70% del finanziamento Infine, grazie all’incremento della nuova dotazione finanziaria sarà possibile presentare domanda di finanziamento anche per coloro che risiedono in Marche, Toscana, Umbria e Molise, che in precedenza, per carenza dei fondi, non ne avevano più la possibilità.

Al fine di fornire ai target interessati che vogliono essere accompagnati alle misure di finanziamento un supporto formativo, dal 24 febbraio si apre il nuovo avviso per i soggetti attuatori della nuova edizione di Yes I Start Up rivolta ai Neet che successivamente sarà ampliato anche a Donne inattive e Disoccupati di lunga durata. Proprio per questo, Ente Nazionale per il Microcredito (ENM) in accordo con ANPAL, ha organizzato un webinar dedicato ai potenziali soggetti attuatori di Yes I Start Up che si terrà mercoledì 24 febbraio a partire dalle ore 16 sul sito/alla pagina ……. Durante il webinar interverranno Nicola Patrizi e Giancarlo Proietto, per spiegare le novità della nuova edizione che riguardano il target dei Neet.

Il successo delle azioni dell’Ente Nazionale Microcredito

Dal 2016, l’Ente Nazionale Microcredito ha attuato due misure finalizzate ad orientare ed accompagnare i giovani NEET verso la creazione d’impresa accedendo alle opportunità di finanza pubblica agevolata. Le due iniziative dell’Ente Nazionale Microcredito, Yes I Start Up (YISU, dedicato fino ad oggi alla formazione dei Neet) e la misura a Supporto dell’accesso a SELFIEmployment, hanno ottenuto un grande successo nelle edizioni precedenti, dedicate esclusivamente ai Neet, avendo consentito di creare 530 imprese con investimenti complessivi per oltre 17 milioni di euro, con una media di 32 mila euro a progetto. Considerando anche i finanziamenti concessi ai 212 Neet che hanno presentato domanda per l’accesso al programma Resto al Sud (sempre dopo il percorso formativo di YISU), per progetti di entità più cospicua e investimenti complessivi di oltre 14 milioni di euro, il totale delle imprese sale a 742 con un ritorno in investimenti di oltre 31 milioni di euro. Le iniziative hanno operato attraverso una rete di sportelli, agenti territoriali e oltre 450 soggetti attuatori su tutto il territorio nazionale per aiutare i Neet a presentare le domande di finanziamento al Fondo SELFIEmployment ed alle altre linee di finanza pubblica agevolata.